I Twergi


I nani e i folletti sono creature diffuse nel mondo favolistico walser,rappresentano la natura animata e la saggezza ad essa legata. I nomi si differenziano di valle in valle, ma le caratteristiche rimangono comunque invariate: piccoli e vestiti di stracci e foglie, vivono nei boschi divertendosi a fare scherzi  a pastori e boscaioli grazie alla loro particolare astuzia.


La leggenda del twergi e della Catarinén


Catarinen era una giovane pastorella che si recava tutti i giorni a pascolare le mucche nella verde distesa della Kalmatta. Poco distante da quelle verdi pendici, nascosta tra alcune rocce viveva  una comunità di Twergi. Uno di loro attendeva tutti i giorni con trepidazione l’arrivo della giovane pastorella e iniziò a raccontarle bellissime storie. Col trascorrere del tempo  anche Catarinen iniziò a ricambiare quel forte sentimento cosi dolce e  al tempo stesso trasgressivo.
 Una sera d’ autunno, guidati dalla ragione del cuore, i due innamorati  dichiararono l’un l’altro il proprio amore. Seguirono settimane terribili per la povera fanciulla, che si trovava combattuta e divisa: da un lato non poteva rinunciare alle tenere attenzioni del twergi e dall’altro non sapeva come affrontare i genitori, conscia del fatto che essi non avrebbero mai acconsentito ad un matrimonio così scandaloso.
Alla fine , logorata dal dubbio Catarinen prese la sua decisione : avrebbe seguito gli impulsi del cuore!Senza alcun rimpianto abbandono la propria casa e scelse di offrire la propria bellezza e gioventù  ai Twergi della montagna.
Si racconta che il twergi d’la Kalmatta e la Catarinen si sposarono nel bosco accanto al torrente , nessun uomo fu presente, ma solo twergi provenienti da ogni angolo della valle; la sposa ricevette in dono una splendida corona di foglie novelle raccolte in un luogo segreto.
Si narra che da quell’istante la dolce Catarinen non venne mai più vista da occhio umano e con essa scomparvero anche quelle misteriose creature